libri di Gabriella Cella

I libri di Gabriella Cella sullo yoga {I parte}

Credo di averli tutti, i libri di Gabriella Cella sullo yoga e non. In questi giorni ho ripreso in mano i primi, quelli che possiedo da una vita. La carta è oramai ingiallita, ma ancora la rilegatura regge, per fortuna.

Sono fonti inesauribili ed inestimabili per la pratica, non si smette mai di consultarli. È indubbio che per un principiante non ci sia che l’imbarazzo della scelta.

Sono stati la base di partenza per il  lungo percorso di definizione delle Carte Yoga Ratna. Queste ultime sono la rielaborazione “tascabile” del Poster Yoga Ratna, ne ho già parlato in questo post – Carte Yoga Ratna: uno strumento per progettare la didattica e la tua lezione di yoga. Nei primi giorni di maggio 2017 saranno disponibili per chi ne è interessato.

Ma torniamo a parlare dei libri di Gabriella Cella. Vorrei proporvi – in più puntate – una carrellata di quelli che preferisco e raccontarveli per come li ho “adoperati”. Una sorta di guida all’acquisto e soprattutto una pratica per me, per ripartire dall’inizio. Riprendere in mano volumi, a volte un po’ dimenticati, dal grande valore e dal grande messaggio.

Prima faccio outing

Sono sempre stata una fanatica del possesso dei libri. Adoro averli. Non c’è niente da fare. Libri di qualsiasi tipo. Ma a maggior ragione quelli di yoga, che non solo leggi una volta, ma consulti frequentemente. Quindi ne accumulo in quantità, per inciso l’unico genere di accumulo gradito al mio Guru Marito. Mi piace tenerli tutti vicini nella libreria divisi per argomenti: manuali, yoga per bambini, yoga in gravidanza e i libri di Gabriella Cella hanno un ripiano tutto per loro.

Vorrei pensare che un po’ grazie alla pratica del non attaccamento, un po’ alla fatica di custodirli dalle grinfie delle mie figlie, ho iniziato a ridurre l’acquisto compulsivo e a ponderarne la necessità del possesso.

Fatto è che i libri di Gabriella Cella li ho tutti. Ed è iniziato ancora prima che diventasse la mia Maestra.

 

La prima volta e il primo libro,  non si scorda mai

L’anno prima di conoscere lo yoga avevo fatto una pseudo vacanza in Umbria, d’estate. Da sola. Quell’anno avevo bisogno di stare con me.  Dopo grandi sconvolgimenti la mia vita stava riprendendo una piega consapevole.

Gironzolando per Spoleto ho trovato un negozio di quelli che aprono solo per il Festival, sfitti per il resto dell’anno. Roba da fricchettoni attempati (come me adesso). Candele, incensi, e libri.

yoga e saluteTra questi pescai il primo dei miei libri di Gabriella Cella: Yoga e Salute. Quell’estate iniziai a praticare per conto mio, grazie al suo libro.

Il libro contiene una parte in cui spiega l’esecuzione delle singole posizioni e una seconda parte in cui propone delle sequenza per specifici disturbi e/o patologie. Io ne ho eseguite diverse, negli anni, secondo i suoi consigli di orario e frequenza. In particolare quelle per i disturbi alimentari mi hanno dato particolare sollievo e mi sento di consigliarne la pratica.

Scegliete questo libro se avete l’esigenza di  alleviare qualche disagio fisico e cercate delle pratiche specifiche. Sono ben descritte e di facile comprensione. 

Attualmente Yoga e Salute non è più disponibile nell’edizione tascabile che custodisco gelosamente. Ne trovate una nuova Rizzoli o se vorrete fare un investimento maggiore troverete tutti i contenuti in Il grande libro dello yoga di cui vi parlo in seguito.

 

 

Lo yoga ratna e gli altri libri di gabriella cella

Quell’inverno, dopo la vacanza in Umbria, cercai un’insegnante di yoga. Il caso (ma allora esiste?) volle che trovassi Paola, un’allieva di Gabriella, nel pieno svolgimento del suo corso quadriennale di formazione. E fu amore. Yoga is love, lo racconto nel mio primo post e grande è ancora l’amicizia con Paola che mi ha sostenuta nel mio percorso di formazione Yoga Ratna.

La primavera successiva ho partecipato ad una delle lezioni di Gabriella a Piacenza e lì da lei ho acquistato il mio secondo libro Yoga Ratna, quello che secondo me ne racchiude l’essenza: Yoga-ratna: il gioiello dello yoga.

Feltrinelli lo ha ripubblicato e ha cambiato copertina. Possedere edizioni non più in commercio mi fa sentire decisamente vecchia. La mia copia ha una copertina verde con il fior di loto ed è ormai lisa. Le pagine sono gialle, ma per fortuna resistenti. Ho ripreso in mano questo libro centinaia di volte e tutte le volte scopro qualcosa di nuovo.

Non è un libro semplice, non è illustrato, non è un libro amichevole. Ma volendo, visto la completezza dei contenuti, potrebbe essere il vostro unico libro di Yoga Ratna e non vi mancherebbe niente. Certo c’è da impegnarsi per capirlo.

Nel testo Yoga-ratna: il gioiello dello yoga troverete una breve ma esaustiva premessa di fisiologia e filosofia dello yoga – dai soffi vitali ai chakra, passando per gli otto gradini dello yoga – e gran parte del testo è dedicata alle asana. Grande attenzione è posta alle forme e al loro aspetto simbolico.

Scegliete questo libro se e è il simbolo che vi interessa. Se avete bisogno di entrare nelle pratiche a partire dalla comprensione del loro nome in sanscrito. 

 

idea! …e voi che ne pensate?

In questi giorni pensavo che sarebbe interessante illustrare le posizioni contenute nel libro Yoga-ratna: il gioiello dello Yoga di Gabriella. In modo da agevolarne la lettura e la pratica. Se qualcuno degli insegnanti Yoga Ratna all’ascolto trovasse l’idea interessante, mi faccia un fischio! In mail o un messaggio al post, ditemi che ne pensate!

nei prossimi post vi parlo degli altri libri di Gabriella, quelli che sono confluiti nel Il grande libro dello yoga. e poi tutti gli altri, sui chakra, sui mandala… 

…e mercoledì 10 maggio mando la mia Newsletter

Ti sei già iscritto? Se non lo hai ancora fatto lo puoi fare qui!

Compilando il form riceverai una volta al mese contenuti esclusivi a tema Yoga e Creatività. Conterrà materiali da scaricare per rendere la tua pratica, e la tua vita ^_^, più creativa.

e di cosa parlo in newsletter?

Maggio di libri! Continuerò a parlare di libri, ma questa volta ne vedremo di illustrati, per bambini da zero a novantanove anni!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *